XXX: i Negrita, gli Stones e l’America

Continua il nostro viaggio nella galassia del rock italiano. Dopo avervi già parlato dei Timoria, oggi tocca a un altro gruppo di successo, sempre degli anni novanta: i Negrita. Già dal nome, derivato da un brano dei Rolling Stones contenuto nell’album Black and Blue (1976) non è difficile intuire le coordinate musicali entro le quali si muovono i nostri, ovvero del robusto rock and roll condito di sfumature blues. Dopo un ottimo esordio, con l’omonimo Negrita del 1994, seguito l’anno dopo da un mini-album interlocutorio, Paradisi per illusi, il gruppo decide di dare…

Continua a leggere

Timoria: viaggio senza vento nel rock italiano

L’ultimo articolo sui Måneskin mi ha fatto parecchio riflettere sullo stato del rock in Italia. Il nostro, storicamente, è sempre stato un paese legato ad altre tradizioni come la lirica, il belcanto, la musica leggera, popolare e via. Inoltre, se si esclude la fortunata parentesi prog degli anni settanta, che comunque riprendeva un fenomeno di esportazione britannica, da noi non è mai esistito un movimento organico capace di definire in maniera chiara e identificava il fenomeno. Ciò non vuol dire che negli anni siano mancati validi esempi, anzi, di uno…

Continua a leggere

Måneskin, altro che zitti e buoni: tanto rumore per nulla

Non vi fermate al titolo. Questo articolo non vuole per nulla essere un attacco a un gruppo di ragazzi, che anzi sta avendo il merito di introdurre ad un universo più o meno rock una generazione per anni ottenebrata dalle derive trap o simili. In verità ci si chiede: perché tutto questo parlare dei Måneskin? D’altronde, come affermano loro stessi nel loro ultimo successo, “Parla, la gente purtroppo parla, non sa di che cosa parla“… sarà vero? Lo ammetto, il primo scettico ero io, per natura diffidente a qualsiasi cosa…

Continua a leggere