Steam Next Fest 2021: provate le demo di Sable, Omno e Severed Steel

Condividi sui social!

Subito dopo la fine dell’E3 2021, è arrivato un nuovo evento nel panorama videoludico che ci permette di provare in anteprime diversi titoli indie.
Stiamo parlando del Steam Next Fest 2021, un evento tutto dedicato a delle demo a tempo limitato su tantissimi giochi di prossima uscita.
Le demo dell’evento saranno disponibili fino alle 19 italiane del 22 Giugno, ergo affrettatevi se siete interessati a qualche titolo!

In occasione di questo evento ho provato tre demo: Sable, Omno e Severed Steel.
Sul mio canale Twitch ho provato la demo di Sable ed è stata un’avventura molto interessante.
Sempre su Twitch proverò la demo di Chernobyl Liquidators Simulator, ergo se siete interessati a sapere quanto di buono c’è in questo titolo ricordatevi di sintonizzarvi questa sera alle 21:30.

Ecco le mie opinioni sulle demo dei giochi sopracitati.

Sable
sviluppato da Shedworks ed in arrivo il 23 Settembre 2021 su Windows, macOS e console Xbox

Un gioco totalmente dedicato all’esplorazione ed ai vari puzzle ambientali, senza alcun combattimento o sfida di sopravvivenza. Con la colonna sonora dei Japanese Breakfast, il titolo di Shedworks si presenta in questa demo un piccolo sandbox quasi del tutto accessibile con una moto che ci viene fornita da un NPC. Il nostro obiettivo primario sarà quello di raccogliere i pezzi per farci la nostra moto e questo ci porterà a tutti gli angoli della piccola mappa disponibile. La protagonista Sable sarà in grado d’imparare anche l’abilità di fluttuare dentro una bolla di energia rossa nel corso della demo, una feature che aumenterà ancora di più le possibilità esplorative. Il feeling che lascia trasparire la demo è che il gioco sarà sicuramente unico nel panorama videoludico, soprattutto per il suo stile grafico ed il concept in sè.
Nella demo c’è anche l’alternanza del giorno e della notte che ci permette di ammirare meglio la parte estetica del titolo col cambiare delle ore in-game.
Unica nota stonata della demo è l’interfaccia: ad esempio il gioco ci mostra sempre su schermo gli obiettivi delle missioni quando si utilizza la mappa, così come il sistema per mettere dei punti su di essa è decisamente poco intuitivo e funzionale.
Insomma non male per il momento, speriamo che il gioco finale saprà sorprenderci ancora di più.

Omno
sviluppato da Jonas Manke ed in arrivo durante l’estate su PC, Nintendo Switch, PS4 ed Xbox One

In questo titolo controlliamo un personaggio con un bastone che è in grado di utilizzare alcune abilità per muoversi nel mondo di gioco. Utilizzando dell’energia trovata in varie zone della mappa, definita un “Prologo” dallo stesso sviluppatore, si possono attivare alcuni puzzle ambientali che ci permettono di sbloccare nuove aree. La demo si conclude quando scopriamo l’esistenza di alcuni dinosauri (?), il tutto dopo appena 15-20 minuti di sessione. Per fortuna la demo non finisce qui, infatti c’è una nuova mappa totalmente dedicata al finale. In questa nuova zona possiamo utilizzare il nostro bastone come una tavola da surf e navigare attraverso il deserto che ci circonda.
Tutti questi aspetti vi ricordano qualcosa? Ecco il gioco sembra un rifacimento di Journey dei Thatgamecompany.
Data la poca originalità di fondo, è davvero difficile aspettarsi un successo da questo titolo. Almeno lo sviluppatore ha raggiunto il suo obiettivo nel portare a termine il titolo dopo la campagna di kickstarter.

La parte finale di Journey Omno

Severed Steel
sviluppato da Greylock Studio ed in arrivo prossimamente su PC, PS4 e Xbox One

Questo titolo è un fps che sfrutta appieno la velocità di movimento e le capacità del singolo giocatore. Nulla di così epocale, ma è stato davvero divertente da giocare. Sarebbe difficile individuare un singolo prodotto che ha ispirato gli sviluppatori, del resto fin troppi giochi hanno una parziale distruzione ambientale e la meccanica del bullet time (Max Payne?). L’aggiunta di un mini parkour nel movimento del giocatore aggiunge anche una verticalità alle azioni del giocatore. Nella demo è anche presente una modalità arcade che non segue la modalità campagna, decisamente la parte più divertente dell’offerta di questa demo.
Il gioco è accompagnato da una bella colonna sonora che fa da sottofondo alle scene, inoltre l’interfaccia è decisamente minimale per dare più spazio possibile a cosa accade su schermo.
L’unica cosa che non mi è piaciuta è come il gioco decide di curvare arbitrariamente la traiettoria dei proiettili, negli scontri concitati può dare fastidio.

Potrebbero Interessarti

Leave a Comment