Loki – Episodio 5: Ai confini del tempo

Condividi sui social!

La fine è ormai vicina, ma prima tocca fare un viaggio ai confini del tempo.
Com’era chiaro già dallo scorso episodio, è arrivato un altro cambio di location. Ci troviamo nel “Vuoto“, essenzialmente un punto nella linea temporale da cui nulla può fare ritorno e qualsiasi evento Nexus viene annullato senza in controllo della TVA. Potremmo definirlo anche la zona smaltimento della TVA dove finiscono tutte le varianti falciate, ma non avrebbe decisamente lo stesso fascino.
In quello che è essenzialmente un preambolo al big finale, ho apprezzato davvero molto il lavoro alla regia di Kate Herron e quello alla colonna sonora di Natalie Holt. In passato non credo di averne parlato molto, forse anche perché all’inizio ho posto la mia attenzione più sui personaggi e l’intreccio narrativo. Ora, invece, che è tutto chiaro (si beh non proprio tutto) è più facile apprezzare le scelte della produzione.
L’introduzione di diversi personaggi, poi, consente al racconto di rimanere sempre nuovo e articolato in ogni suo aspetto. Tra l’altro alcuni di loro hanno anche una buona caratterizzazione, la quale rispecchia un po’ il percorso di crescita affrontato dal nostro Loki nel corso delle sue avventure con la TVA.
Nel mio articolo pre-season avevo anche specificato come nei fumetti la TVA non abbia il controllo assoluto della linea temporale, ecco questo era dovuto per via di un’entità di nome Alioth. Quest’entità è stata introdotta in questo episodio, anche se con un ruolo molto diverso. Gli effetti speciali che hanno accompagnato questo e altre scene sono stati realizzati davvero bene.
In definitiva ho apprezzato molto l’episodio, soprattutto per le varie dinamiche tra i personaggi principali.
Speriamo che il finale di questa prima stagione non sarà deludente, del resto si sono create non poche aspettative in questi 5 episodi.

Se non avete visto l’episodio, vi sconsigliamo di andare avanti nella lettura. Spoiler in arrivo!


L’episodio si apre con un movimento dell’inquadratura creato apposta per aumentare la drammaticità delle scene, inoltre ci vengono mostrate le 3 location narrative principali.
Il nostro Loki si trova nel Vuoto, un luogo del tempo dove ogni variante viene spedita per essere poi eliminata da Alioth. Questo essere è una sorta di nube viola gigantesca che inghiottisce qualsiasi essere vivente, ergo è a causa sua se la TVA non ha mai dovuto eliminare fisicamente le varianti che venivano catturate.
Qui facciamo la conoscenza di diversi nuovi personaggi:
Loki Classico, una versione più adulta e decisamente potente di Loki. Interpretato da Richard E. Grant
Loki Giovane, una versione teenager del nostro protagonista. Interpretato da Jack Veal
Loki Vanaglorioso, una versione di colore armata con un martello. Interpretato da DeObia Oparei

E’ il primo di loro a chiarire subito in poche parole quanto sta succedendo: Alioth è alla ricerca del nostro Loki, così loro sono lì ad aiutarlo a fuggire.
Ritornando alla TVA la nostra Sylvie sta cercando di trovare delle risposte da Ravonna, la quale le spiega dove esattamente è finito Loki e che le sue possibilità di sopravvivenza sono quasi nulle. In effetti anche le altre varianti spiegano come non ci sia una via d’uscita dal vuoto, solo un mostro pronto a divorare qualsiasi cosa. Ravonna, ancora una volta, fa il doppiogioco e così Sylvie decide di teletrasportarsi nel Vuoto anche lei, nella speranza di poter trovare un modo di attraversarlo e scovare chi ci sia a dirigere l’organizzazione.

Nel frattempo le varianti di Loki cercano di conoscersi, così veniamo a conoscenza di cosa li ha condotti qui. Il Loki Giovane è il più rispettato del gruppo perché è riuscito ad uccidere suo fratello Thor, non male come evento Nexus. Il Loki Classico, invece, è riuscito ad evitare la morte contro Thanos e nascondersi su un pianeta lontano. A quanto pare le sue capacità magiche sono molto più sviluppate del nostro Loki originale, anche se come quest’ultimo è buono e quando ha cercato di ricontattare suo fratello è stato rapito dalla TVA.
E’ tempo di elaborare un piano per non restare nel vuoto: in qualche modo Loki deve uccidere Alioth per tornare alla TVA.
Tuttavia facciamo la conoscenza di altre varianti temporali e tra di essere c’è “Vote Loki“, forse anche chiamato “Loki 4 President”. Questa nuova variante è decisamente più cattiva e cerca inutilmente di avere il controllo del Vuoto, soprattutto grazie al futile aiuto del Loki Vanaglorioso.
Sylvie arriva finalmente nel Vuoto ed è costretta subito a fuggire dalla furia di Alioth con l’aiuto di Mobius. La fuga dura poco però perché anche lei capisce che quella nefasta creatura è al centro di tutto, bisognerà affrontarla in qualche modo per capire chi c’è dietro alla TVA.
Il nostro Loki, il Giovane ed il Classico fuggono dall’assalto delle varianti poco amichevoli e lungo la strada si riuniscono al duo di Lady Loki e Mobius.
Nel suo piccolo scontro con Alioth, Sylvie ha capito che può incantare questa creatura e svelare cosa si cela oltre ad essa. Per riuscirci, però, avrà bisogno di un bel po’ di aiuto.

Ravonna nella TVA decide d’interrogare B-15 per cercare di capire cosa sprona Sylvie nella sua ricerca e così ci viene rivelata una cosa piuttosto importante: Ravonna è interessata a sapere chi ci sia dietro la TVA, ma non a tal punto da sacrificare se stessa come Sylvie. Insomma “ha le capacità, ma non si applica” direbbe qualcuno. Nonostante tutto Ravonna decide d’intervenire per proteggere chi ci sia dietro la TVA e ordina Miss Minutes di fare delle ricerche.
Nel Vuoto i nostri due Loki hanno un momento tenero dove possono aprirsi un po’ prima della grande battaglia.

Il piano è chiaro, Sylvie deve avvicinarsi per incantare Alioth. Prima di cominciare le danze, Sylvie dona il Timepad a Mobius per tornare alla TVA e cercare di risolvere la situazione lì da solo. Qui c’è un altro bel momento dove tutti i nostri beniamini sono insieme e spinti da un obiettivo comune, inoltre finalmente Loki e Mobius si parlano da veri amici.
Nella battaglia contro Alioth Loki fa da esca, così Sylvie può incantarlo. Tuttavia la creatura è troppo potente per un solo Loki, in loro aiuto arriva il Loki Classico che distrae Alioth creando un illusione di Asgard. E’ davvero bella questa scena in cui ci viene mostrato la vera potenza di un Loki. L’incantamento ha infine successo quando Loki e Sylvie uniscono le proprie forze e davanti a loro appare un castello celato all’interno della nebbia di Alioth.
Cosa si celerà all’interno? Chi ha creato la TVA? Si tratta dal famigerato Kang? Esistono multiple linee temporali e la TVA non ha fatto altro che bloccare la loro nascita?
Sono sicuro che nel finale avremo una risposta a tutte queste domande.

Prima di chiudere l’articolo, ecco la quote che mi è piaciuta di più di questo episodio:

Come faccio a sapere che alla fine non tradirai anche me?
Io ho tradito chiunque mi abbia mai amato. Ho tradito mio padre, mio fratello, il mio popolo. So che cosa ho fatto e so perché l’ho fatto. Non sono più quella persona.

How do I know that, in the final moments, you won’t betray me?
I betrayed everyone who ever loved me. I betrayed my father, my brother, my home.
I know what I did and I know why I did it. And that’s not who I am anymore.

Appuntamento alla prossima settimana per l’episodio finale della stagione.

Potrebbero Interessarti

Leave a Comment